<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=1792794644375454&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

  “We are CEOs of our own companies: Me Inc. To be in business today, our most important job is to be head marketer for the brand called You.”

 

No, questa frase non è stata pronunciata oggi: Tom Peters, uno dei maggiori esperti contemporanei di Top Management, ha parlato di Brand You in un articolo - immaginate un po’! -  del 1997. 

 


 

It’s this simple: You are a brand. You are in charge of your brand. There is no single path to success. And there is no one right way to create the brand called You. Except this: Start today. Or else.

Queste parole, inutile negarlo, sembrano parlare anche a noi abitanti della società liquida 4.0. La nostra soglia di attenzione, dicono gli esperti, è minore di quella di un pesce rosso: sarà il contesto di overload informativo in cui viviamo, saranno i contenutispreadable’ ma sempre meno rilevanti, sarà la ‘fear of missing out’ che spinge ognuno di noi a essere presenti su qualsiasi canale mediatico

La buona notizia è questa: siamo ancora in grado di fare la differenza in un mondo in cui tutto sembra essere stato già detto e, nella maggior parte dei casi, fatto. In che modo? Allenando e migliorando il nostro Personal Branding. Si tratta, cioè, di andare oltre la nostra Comfort Zone, rompere gli schemi e intraprendere un viaggio nella nostra identità: ognuno di noi è, infatti, portatore unico di potenzialità e originalità.

Quali sono, dunque, gli step da seguire per uno sviluppo efficace del proprio Personal Branding? 

Ce lo spiega Luigi Centenaro con il metodo Personal Branding Canvas, un modello che ci aiuta a fissare gli obiettivi e a ottimizzare la possibilità di raggiungerli in poche e semplici mosse. Vediamo quali sono!

1. Trasmettete la vostra unicità

Qual’è il vostro vantaggio competitivo? Cosa vi differenzia dagli altri? Trasmettete il vostro stile, la vostra personalità, le passioni e i valori in cui credete fornendo agli altri un’idea concreta di ciò che vi rende davvero unici. Non bastano solo le competenze tecniche: chiedetevi perché, tra 8 miliardi di persone nel mondo, un’azienda dovrebbe credere proprio in voi e nelle vostre idee

2. Potenziate le vostre competenze distintive  

Fate una lista delle competenze che vi distinguono dagli altri (date un’occhiata alle Competenze e alle Soft Skills richieste dalle aziende): allenatele al meglio perché, grazie ad esse, riuscirete a fare la differenza nella trasmissione della vostra offerta al mercato di riferimento.

3. Personalizzate (e rivoluzionate!) il vostro mercato di riferimento 

Definite le attività e il mercato in cui vorresti muovervi: paragonate la vostra testa a un serbatoio di idee - meglio se innovative! - a cui le aziende possano attingere in qualsiasi momento. Rivoluzionate le modalità tradizionali di vedere un determinato mercato!

4. Rendetevi riconoscibili nel mondo online e offline

Quali sono le modalità attraverso cui trasmettete le vostre idee? Qui entrano in gioco le vostre capacità comunicative e relazionali. Nel mondo online è necessario presidiare al meglio i canali di comunicazione scelti ma, soprattutto, capirne perfettamente le logiche di funzionamento. Nel mondo offline, invece, fate vostra l’arte del Public Speaking. Come? Prestando, ad esempio, attenzione a 5 particolari elementi prima di una presentazione in pubblico! 

5. Non smettete mai di incuriosirvi 

Chiedetevi, adesso, di cosa avete bisogno per fare davvero la differenza: organizzate al meglio il vostro tempo e non dimenticate mai di aggiornare le vostre conoscenze su una determinata materia. No, non si finisce mai di imparare!

6. Chiedetevi cosa volete che gli altri dicano di voi quando non ci siete 

Last but not least, fermatevi un istante e chiedetevi le motivazioni sottese al vostro personale tentativo di riconoscibilità da parte della vostra audience: cosa volete che gli altri dicano di voi quando non ci siete? “Your personal brand is what people say about you when you are not in the room”, diceva Chris Ducker. Si tratta esattamente di questo. 

A volte, per fare la differenza nel mondo, basta partire da una semplice domanda: ‘Why’? Non ci resta che esortarvi a non lasciare i vostri ‘perché’ chiusi in un cassetto: tirate fuori le risposte alle domande del Personal Branding Canvas di Centenaro e mostratele alla vostra audience.

In che modo, direste voi? Potreste per esempio candidarvi a Talent Academy 16. il primo Talent Formativo sul Marketing e la Comunicazione Digitale. Non c'è momento migliore di questo per farlo. Cliccate l'immagine in basso e dopo aver compilato il form riceverete via e-mail il link per candidarvi. In bocca al lupo!

 

TA16_CANDIDATURA

 


EYL
Autore

EYL

EYL_ISCRIZIONE_STUDENTI_SIDEBAR