<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=1792794644375454&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

La Gamification nel 2016: tiriamo le somme!

Scritto da EYL   | 
LEGGI ORA

Gamification: una parola di cui si pensa di conoscere il significato ma che contiene contorni e implicazioni effettive nel mercato globale da delineare. Negli ultimi anni questo approccio ha registrato dati sorprendenti: in quattro passaggi vogliamo mostrarvi come la Gamification sia dimostrata importante nell’arco del 2016.

 Schermata 2017-01-11 alle 15.14.03

La Gamification rappresenta uno strumento estremamente efficace in grado di veicolare messaggi di vario tipo e di indurre l’utente a comportamenti attivi, permettendo di raggiungere obiettivi sia personali sia d’impresa. Il suo successo è dimostrato da dati di mercato in rapida e costante crescita: registra, infatti, 242 milioni di fatturato nel 2012, 1,7 miliardi nel 2015, 2,8 miliardi nel 2016 e si prevede il raggiungimento di 5,5 miliardi nel 2018.

Le motivazioni di questa crescita continua vanno ricercate nella grande potenzialità di questo approccio. A dimostrarlo sono gli studi focalizzati sull’efficacia di un sistema di apprendimento per adulti veicolato da meccaniche e regole di gioco. I risultati di questo studio hanno riscontrato nei partecipanti un miglioramento del 14 percento nella valutazione delle competenze di base, dell’11 percento in termini di conoscenze effettive e un aumento del 9 percento del tasso di memorizzazione dei concetti.

I processi di Gamification si sono rivelati utili non solo in ambito lavorativo per coloro che ne hanno usufruito in programmi di formazione aziendale. Infatti, il 79 percento dei lavoratori e di studenti universitari presi a campione dichiarano che l’introduzione di dinamiche di gioco anche in altri ambienti di apprendimento potrebbe migliorare le loro prestazioni. Inoltre non bisogna dimenticare che il 60 percento dell’attuale forza-lavoro appartiene alla generazione di Millennials: amante del divertimento, della trasparenza, della competizione e familiari nell’uso di strumenti digitali.

I risultati della Gamification però, non derivano solo dall’immediatezza dei meccanismi ludici o dalla potenzialità della tecnologia. Infatti, solo il 25 percento dei processi di Gamification fanno affidamento sui digital devicesil restante 75 percento fa leva sulla psicologia dell’utente concentrandone l’attenzione e gli sforzi verso il raggiungimento di un obiettivo. La forza di questo approccio risiede nei numeri di mercato che ne hanno fatto un fenomeno globale ma, soprattutto, nel modo in cui gestiamo la nostra mente nell’affrontare le performance personali o d’impresa.

Dati importanti. Il 2016 ha cementato l’importanza della gamification. Che il 2017 sia l’anno dell’effettiva svolta?


EYL
Autore

EYL

EYL_ISCRIZIONE_STUDENTI_SIDEBAR